CED regions in Italy

Below are the regions in Italy that have declared a Climate Emergency, in chronological order. Click the “motion text” links to see details of the motions they passed.

29 April 2019, Acri City Council, Cosenza Province, Calabria, Italy, population 20,480

Declared a Climate Emergency in response to urging by the Acri Fridays For Future group.
motion text


Resolution (in Italian) is at DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE ACRI.
Excerpt:

DELIBERA
di dichiarare, in maniera simbolica e preso atto delle analisi scientifiche esposte nel suddetto rapporto IPCC dell’8 ottobre 2018, lo stato de emergenza climatica
(rough translation: to declare, in a symbolic manner and having taken note of the scientific analysis presented in the aforementioned IPCC report of 8 October 2018, the state of climate emergency)

20 May 2019, Milan City Council, Lombardy, Italy, population 1,395,274

Declared a Climate and Environmental Emergency in response to campaigns by Fridays for Future Milan.
motion text


Motion proposed by Carlo Monguzzi passed with 31 voting in favour and 6 against.

23 May 2019, Aosta City Council, Aosta Valley, Italy, population 34,800

Declared a Climate Emergency. The declaration text is here.

24 May 2019, Naples Metropolitan City Council, Campania, Italy, population 3,128,700

Unanimously declared a Climate and Environmental Emergency (Emergenza climatica e ambientale). The declaration is here.

29 May 2019, Maglie City, Puglia, Italy, population 14,196

Declared a Climate Emergency, with a frame of defending human rights. The resolution is here.
motion text


Marco Pito has kindly summarised the main points of this declaration, as follows:

The declaration is mainly based on the fossil fuels and the necessity to keep them in the ground. They start from the preamble of the Paris Agreements that defines the climate change as a “common threat for the humanity”. From that they develop a legal reasoning taking into account some trials and they arrive to a conclusion that is composed of nine points.
They speak about “the violated Right to climate because of the unconstitutional will of the government to not stop the new fossil infrastractures and the climate-changing emissions”
They recognize as a violation to the right to climate any action that represents a barrier for the abandonment of fossil fuels
And that this right to climate cannot be negotiated with other interests but must be the main one in all the actions in each level of government

30 May 2019, Torchiarolo City, Puglia, Italy, population 5,419

Declared a Climate Emergency and framed climate inaction as a human rights violation.
motion text


The full resolution text is here.
Excerpt:

1. DI DICHIARARE l’emergenza climatica per il proprio territorio, in termini di persistente violazione del diritto umano al clima dei propri Cittadini, come lesione presente e futura della loro salute e della salubrità del loro ambiente, a causa della volontà incostituzionale del Governo di non impedire nuove opere fossili e climalterant

[Google translation: 1. TO DECLARE the climatic emergency for its own territory, in terms of persistent violation of the human right to the climate of its own citizens, as a present and future injury to their health and healthiness of their environment, due to the unconstitutional will of the Government not to prevent new ones fossil and climalterant works]

4 June 2019, Lucca City Council, Tuscany, Italy, population 89,346

Declared a Climate Emergency. Motion text is here.

7 June 2019, Marche Region, Italy, population 1,541,692

Declared a Climate Emergency (stato di emergenza climatica)
motion text


Declaration text is here.
Excerpt:

IMPEGNA
il Presidente e la Giunta regionale:
– a dichiarare lo stato di emergenza climatica ed ambientale e a riconoscere che è necessaria
una risposta globale urgente e rapida;
– a considerare la lotta al cambiamento climatico e la transizione a un’economia sostenibile
come priorità assoluta dei prossimi dieci anni;
– ad accelerare la transizione energetica per ridurre le emissioni di anidride carbonica in tutti i
settori produttivi, attraverso il miglioramento dell’efficienza energetica, l’utilizzo di fonti
rinnovabili, il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione e il progressivo superamento
della dipendenza dai combustibili fossili;
– a progettare e finanziare un piano di sensibilizzazione ecologica anche attraverso la
disincentivazione di azioni dannose e promuovendo scelte che incentivino il risparmio
energetico e la riforestazione;
– ad operare nel contrasto all’emergenza climatica secondo i seguenti principi:

◦ giustizia climatica: i costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della
popolazione. Il costo della transizione deve gravare soprattutto su chi ha causato
maggiormente i danni ambientali; le istituzioni sono chiamate a promuovere azioni per la
riqualificazione dei lavoratori attualmente impegnati in settori incompatibili con la
transizione;
◦ democrazia partecipativa: la Regione riconosce l’importanza del coinvolgimento e della
partecipazione delle associazioni ambientaliste attraverso un tavolo di confronto a
cadenza periodica.
◦ trasparenza: la Regione si impegna a pubblicare rapporti periodici sui progressi fatti nella
riduzione delle emissioni e nella risoluzione delle criticità ambientali.

10 June 2019, Padua City Council, Veneto, Italy, population 214,125

Declared a Climate Emergency. The motion is here.

11 June 2019, Tuscany Regional Council, Italy, population 3,800,000

The Tuscany legislature, the Consiglio Regionale della Toscana, declared a Climate Emergency (emergenza climatica). The declaration text is here.

14 June 2019, Syracuse City Council, Sicily, Italy, population 121,605

Declared a Climate Emergency (Emergenza climatica). The declaration text is here.

27 June 2019, Cesena City Council, Emilia-Romagna, Italy, population 97,137

Declared a Climate Emergency (l’emergenza climatica). The resolution text is here.

27 June 2019, Savona Council, Liguria, Italy, population 61,345

Declared a Climate Emergency (l’emergenza climatica). The motion text is here.

28 June 2019, Chieri Town Council, Piedmont, Italy, population 36,749

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). Council announcement is here.

1 July 2019, Turin City Council, Piedmont, Italy, population 875,698

Declared a Climate and Environmental Emergency (DICHIARAZIONE DELL’EMERGENZA CLIMATICA ED AMBIENTALE). Record of motion is here.

1 July 2019, Melendugno City Council, Puglia, Italy, population 9,999

Unanimously declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). A report of the motion content is here.

8 July 2019, Liguria Region, Italy, population 1,557,533

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). The declaration text is here.

11 July 2019, Bregnano Council, Lombardy, Italy, population 6,466

Declared a Climate and Environmental Emergency (Emergenza Climatica ed Ambientale).
Minutes are here.

11 July 2019, Casnate con Bernate Council, Lombardy, Italy, population 4,908

Declared a Climate and Environmental Emergency (Emergenza Climatica ed Ambientale).
Minutes are here.

15 July 2019, Varese, Varese, Italy, population 80,588

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambiental)
motion text


Minutes are here.

16 July 2019, Ravenna Council, Emilia-Romagna, Italy, 158,784

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambientale)
motion text


Full motion text is here.
Excerpt:

1. Di dichiarare lo stato di Emergenza Climatica e Ambientale, riconoscendo l’importanza delle scelte politiche (ambientali, sociali ed economiche) per limitare l’impatto del Cambiamento Climatico;
2. Di attuare ogni sforzo possibile, in relazione alle competenze del Comune di Ravenna e
promuovendo un’azione politica verso Regione, Stato ed Unione Europea per contenere
l’aumento della temperatura globale entro 1,5 °C, tendere ad un obiettivo di azzeramento
delle emissioni nette di gas climalteranti al 2050, e consentire che l’attuale obiettivo di taglio delle emissioni di CO2 del 40% entro il 2030, come previsto dal PAESC (Piano
d’Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima), possa essere innalzato ad almeno il 60%
anche attraverso provvedimenti legislativi e incentivi che intervengano a monte sui
meccanismi di produzione delle emissioni (ad esempio, eco-design o investimenti a larga
scala su Trasporto pubblico locale);
3. La massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda
dell’Amministrazione comunale, tenendo conto in ogni azione amministrativa o iniziativa
degli effetti che questa comporta sul clima;
….

16 July 2019, Pazzano Council, Calabria, Italy, population 529

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale)
motion text


Minutes of meeting are here.
Excerpt:

DELIBERA
1. La narrativa che precede, interamente confermata, forma parte integrante e sostanziale della presente • intensificare il coinvolgimento attivo di cittadini e associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro soluzione;
2. farsi parte attiva presso il Governo e la Regione perché prendano provvedimenti analoghi.
3. Di prendere atto quanto sopra evidenziato e dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale e altresì: predisporre entro 6 mesi iniziative che vadano nella direzione della riduzione delle emissioni e per la promozione delle energie rinnovabili, per incentivare il risparmio energetico nei settori della Pianificazione Urbana, nella Mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento, nella riforestazione urbana;
4. Di trasmettere la presente per conoscenza alla Regione Calabria e al Governo Italiano;
5. Di Dichiarare la presente immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. L.vo n. 267/2000, con separata ed unanime votazione

Google translation of Clause 3:

3. To take note of the above and declare the climatic and environmental state of emergency and also: prepare initiatives within 6 months that go in the direction of reducing emissions and promoting renewable energy, to encourage energy savings in the Planning sectors Urban, in Mobility, in buildings, in heating and cooling, in urban reforestation;

19 July 2019, Montoro, Campania, Italy, population 19,776

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambiental)
motion text


Minutes are here.
Excerpt:

1. Dichiarare simbolicamente lo stato di Emergenza Climatica e Ambientale.
2. Riconoscere alla lotta ai cambiamenti climatici un ruolo prioritario nell’agenda
dell’Amministrazione comunale, attenendosi alle direttive dell’Accordo di Parigi con
particolare riguardo agli investimenti volti a ridurre le emissioni di gas serra.
3. Impegnare l’Amministrazione comunale ad intraprendere un dialogo istituzionale con gli
enti governativi regionali e nazionali, affinché si dia concreta attuazione a provvedimenti
volti alla lotta contro i cambiamenti climatici e alla riduzione delle emissioni di gas serra.
4 . Impegnare l’Amministrazione comunale a provvedere ad informare, educare ed orientare i
cittadini verso modelli di consumo sostenibili, riducendo i consumi energetici, i rifiuti, gli
sprechi alimentari, dell’acqua e il consumo della plastica.
5 . Impegnare l’Amministrazione comunale a ridurre considerevolmente le emissioni di gas
serra del territorio cittadino entro il 2030, accelerando parallelamente le strategie di
adattamento e resilienza nei confronti degli effetti dei cambiamenti climatici.
6 Intraprendere politiche volte all’abbattimento delle emissioni inquinanti sul territorio con
particolare attenzione alle questioni del traffico e della viabilità.
7 Invitare il Governo italiano a riformulare tutti i propri programmi di politica energetica e
ambientale in funzione della prioritaria tutela del diritto umano al clima

22 July 2019, Vinovo, Piedmont, Italy, population 14,628

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambiental)
motion text


Minutes are here.
Excerpt:

1. La dichiarazione dello stato di emergenza climatica ed ambientale riconoscendo le
responsabilità storiche del cambiamento climatico.
2. Ogni possibile contributo all’interno delle competenze del Comune di Vinovo per contenere l’aumento della temperatura globale entro 1,5°C e fissare un obiettivo di azzeramento delle emissioni nette di gas climalteranti entro il 2030, ritenendo l’obiettivo di zero emissioni nel 2050 insufficiente e incoerente con lo stato di emergenza climatica.
3. La massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’Amministrazione comunale, tenendo conto in ogni azione amministrativa o iniziativa degli effetti che questa comporta sul clima.
4. Che le misure di contrasto, mitigazione e adattamento vengano implementate secondo il principio di giustizia climatica. I costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione ma devono essere sostenuti soprattutto da chi ha causato maggiormente i danni ambientali.
5. Di invitare tutte le istituzioni territoriali, a partire dalla Regione Piemonte e dal Governo della Repubblica, a varare analoghi provvedimenti.
6. Di dare atto che non vengono espressi i parerei ai sensi dell’art. 49 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali – D. Lgs. n. 267/2000, relativi alla regolarità tecnica e contabile, in quanto trattasi di atto di indirizzo.

22 July 2019, Parma, Emilia-Romagna, Italy, population 197,132

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambiental). The minutes are here.

23 July 2019, Genoa, Liguria, Italy, population 580,097

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica)
motion text


Motion content is here.

Nel secondo si impegna il Sindaco e la Giunta a chiedere lo stato di emergenza climatica ed ambientale riconoscendo le responsabilità storiche del cambiamento climatico; ad attivare ogni possibile contributo all’interno delle competenze del Comune di Genova per contenere l’aumento della temperatura globale entro 1,5° e fissare un obiettivo di azzeramento delle emissioni nette di gas climateranti entro il 2030, ritenendo l’obiettivo di zero emissioni nel 2050 insufficiente e incoerente con lo stato di emergenza climatica; a sollecitare l’inserimento del contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’Amministrazione regionale, tenendo conto in ogni azione amministrativa o iniziativa degli effetti che questa comporta sul clima; a far sì che le misure di contrasto, mitigazione e adattamento vengano implementate secondo il principio di giustizia climatica.

I costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione ma devono essere sostenuti soprattutto da chi ha causato maggiormente i danni ambientali; a invitare tutte le istituzioni territoriali, a partire dalla Regione Liguria fino al Governo, a varare analoghi provvedimenti; a sollecitare la ricezione della direttiva COM/2018/340 relativa all’eliminazione della plastica monouso prima del 2021, da ritenersi incompatibile con lo stato di emergenza climatica e ambientale, in particolare da attuarsi per la stagione estiva 2019, ormai iniziata, per i lidi e gli stabilimenti balneari, ma anche per tutte quelle aree verdi attrezzate per il tempo libero e, infine, con riguardo al Porto di Genova, ad attivarsi per giungere al divieto di uso di carburanti inquinanti (con contenuto maggiore di 0,1% di zolfo) aumentando le sanzioni per contravviene, nonché l’elettrificazione delle banchine dei porti, obbligando le navi mercantili ad utilizzarle, ed il potenziamento della rete elettrica di alimentazione, così da consentire il collegamento anche a quelle passeggeri.

Approvato all’unanimità

23 July 2019, Soliera City Council, Emilia-Romagna, Italy, population 15,473

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica ed ambientale). Decision proof is here, and the motion text is here.

24 July 2019, Emilia-Romagna Region, Italy, population 4,446,220

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). Resolution text is here.

24 July 2019, Pinerolo City Council, Piedmont, Italy, population 35,805

Declared a Climate and Environment Emergency (stato di emergenza climatica e ambientale)
Record of motion is here.

25 July 2019, Limido Comasco Council, Lombardy, Italy, population 2,579

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica).
Minutes are here.

25 July 2019, Modena Council, Emilia-Romagna, Italy, population 184,732

Declared a Climate and Environment Emergency (stato di emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

29 July 2019, Livorno City Council, Tuscany, Italy, population 158,493

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). Minutes are here.

30 July 2019, Follonica, Tuscany, Italy, population 21,339

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica)
motion text


Minutes are here.
Excerpt:

1. Di dichiarare lo “STATO DI EMERGENZA CLIMATICA”.
2. Di riconoscere alla lotta ai cambiamenti climatici un ruolo prioritario nell’agenda
dell’Amministrazione comunale, tenendo conto in ogni azione amministrativa o iniziativa
degli effetti che questa comporta sul clima.
3. Di impegnare l’Amministrazione comunale ad attenersi alle direttive contenute nell’accordo di Parigi, con particolare riguardo agli investimenti volti a ridurre le emissioni di gas serra, e con particolare riferimento alle azioni strategiche individuate nel Piano di Azione per l’energia sostenibile (PAES) approvato con le Deliberazioni di Consiglio comunale nn. 49 e 50 del 2017.
4. Di impegnare l’Amministrazione comunale ad intraprendere un dialogo istituzionale con glienti governativi regionali e nazionali, affinché si dia concreta attuazione a provvedimenti su scala regionale e nazionale volti alla lotta contro i cambiamenti climatici e alla riduzione delle emissioni di gas serra e del loro assorbimento.
5. Di impegnare l’Amministrazione comunale a fare propria l’esigenza di migliorare lo stato di salute nel nostro Pianeta provvedendo ad informare, educare e orientare i cittadini verso modelli di consumo sostenibili anche tramite incontri ad hoc con la cittadinanza dove si possa imparare a produrre meno rifiuti, sprecare meno alimenti, sprecare meno acqua e
meno energia ed indirizzando i cittadini verso un uso responsabile delle risorse naturali.
6. Di prendere atto che per raggiungere una vera rivoluzione ecologica occorre la convinta
partecipazione di tutti, ogni singolo cittadino, per porre in essere azioni di contrasto ai
cambiamenti climatici, dalla raccolta differenziata alla lotta ad ogni tipo di spreco, fino alla modifica di abitudini deleterie per l’ambiente e per l’uomo, a favore di comportamenti
virtuosi improntati alla sostenibilità ambientale e sociale.

30 July 2019, Cervia Council, Emilia-Romagna, Italy, population 28,700

Declared a Climate Emergency (Emergenza Climatica). Minutes are here.

31 July 2019, Vicchio Town Council, Tuscany, Italy, population 8,105

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Motion text is here.

1 August 2019, Alagna Valsesia Council, Piedmont, Italy, population 432

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale)
motion text


Minutes are here.
Excerpt:

1) di dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale e chiedere di fare altrettanto agli organi competenti;
2) attivare subito tutte le iniziative e attività che si intendono prendere entro il 2020 e che vadano nella direzione di:
-limitare e ridurre le emissioni climalteranti e/o dannose per la salute da qualsiasi fonte;
-promuovere ed incentivare l’uso di energie rinnovabili;
-incentivare il risparmio energetico e l’uso di mobilità collettiva e sostenibile;
-prevenire la produzione di rifiuti, applicare i principi dell’economia circolare, ridurre l’uso di risorse naturali e limitare l’uso di quelle non rinnovabili;
-ridurre gli impianti antropici in tutti i settori, in particolare quelli ad alto impatto ambientale;
-limitare, fino ad azzerare, ove possibile, l’utilizzo di materiale o prodotti inquinanti o dannosi per tutte le matrici ambientali;
-mettere in campo azioni per l’adattamento ai cambiamenti climatici;
-fare corretta e completa formazione e informazione a tutti i livelli;
-pubblicare tutti i dati, studi e analisi relativi alle tematiche ambientali in modo chiaro e trasparente su tutti i canali possibili;
3) attivarsi affinché tutte le politiche europee, nazionali, regionali e degli enti locali siano in linea con quanto indicato al punto precedente, siano applicate e perseguite in modo continuativo;
4) favorire, estendere ed intensificare il coinvolgimento attivo di cittadini e associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro soluzione, anche con il supporto di altri enti, come il Ministero dell’Istruzione, ovvero con l’ausilio di università, enti di ricerca e società che abbiano competenze specifiche;
5) proporre al Governo nazionale, alla Regione e a tutti gli altri Enti Locali di confermare e aumentare i fondi per la difesa dell’ambiente, del territorio e del clima, e il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale;
6) richiedere al Governo nazionale, alla Regione e a tutti gli altri Enti Locali competenti di prendere provvedimenti analoghi ed attivarsi per mettere in atto quanto indicato nel presente testo, nonché di proseguire e andare oltre quanto previsto dall’Accordo di Parigi, in particolare dimezzare al 2030 e annullare al 2050 le emissioni climalteranti in atmosfera.

5 September 2019, Rocca Priora Town Council, Lazio, Italy, population 11,955

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica). Motion text is here.

12 September 2019, Rimini Council, Emilia-Romagna, Italy, population 150,951

Declared a Climate and Environment Emergency (stato di emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

17 September 2019, Paderno Dugnano City Council, Lombardy, Italy, population 46,701

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica). Minutes are here.

17 September 2019, Preganziol Municipal Council, Veneto, Italy, population 16,908

Declared a Climate and Ecological Emergency (emergenza climatica ed ecologica). Minutes are here.

19 September 2019, Valsamoggia Council, Emilia-Romagna, Italy, population 30,886

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Motion text is here.

23 September 2019, Civitavecchia City Council, Lazio, Italy, population 53,027

Declared a Climate and Environment Emergency (stato di emergenza climatica e ambientale).
Motion text is here.

23 September 2019, Erchie Town Council, Puglia, Italy, population 8,671

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica). Motion text is here.

25 September 2019, Agrate Brianza Municipal Council, Lombardy, Italy, population 14,820

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica ed ambientale).
Motion text is here.

25 September 2019, Avigliana City Council, Piemonte, Italy, population 12,480

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica ed ambientale).
Minutes are here.

25 September 2019, Tolmezzo Town Council, Friuli-Venezia Giulia, Italy, population 10,541

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Motion text is here.

25 September 2019, Sant’Antonino di Susa Municipal Council, Piedmont, Italy, population 4,391

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

26 September 2019, Rome City Council, Lazio, Italy, population 2,844,395

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale). Motion text is here.

26 September 2019, Arzachena Council, Sardinia, Italy, population 13,723

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

26 September 2019, Condove Council, Piemonte, Italy, population 4,622

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

26 September 2019, Prato City Council, Tuscany, Italy, population 195,089

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica ed ambientale).
Motion text is here.

26 September 2019, Olbia Municipal Council, Sardinia, Italy, population 60,345

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

27 September 2019, Sovicille Municipal Council, Tuscany, Italy, population 9,925

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale). Motion is here.

27 September 2019, Santo Stefano Quisquina Town Council, Sicily, Italy, population 4,614

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale). Motion text is here.

27 September 2019, Spinea Town Council, Veneto, Italy, population 27,041

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale). Motion text is here.

30 September 2019, Rovigo Town Council, Veneto, Italy, population 52,170

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Motion text is here.

30 September 2019, Bologna City Council, Emilia-Romagna, Italy, population 390,636

Declared a Climate and Ecological Emergency (emergenza climatica ed ecologica). Minutes are here.

30 September 2019, Brescia Council, Lombardy, Italy, population 200,423

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica).
Minutes are here.

30 September 2019, Almese Council, Piemonte, Italy, population 6,423

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

30 September 2019, Ancona Council, Marche, Italy, population 101,300

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica).
Minutes are here.

30 September 2019, Rivalta di Torino, Piemonte, Italy, population 19,422

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

3 October 2019, Mamoiada Council, Sardinia, Italy, population 2,582

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

10 October 2019, Castelfranco Emilia Town Council, Emilia-Romagna, Italy, population 32,613

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale). Minutes are here.

14 October 2019, Brindisi Council, Puglia, Italy, population 87,141

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

21 October 2019, Pordenone Council, Friuli-Venezia Giulia, Italy, population 51,632

Declared a Climate, Environment, Ecological, and Biodiversity Emergency (l’emergenza climatica, ambientale, ecologica e di biodiversità).
Minutes are here.

21 October 2019, Sant’Ambrogio di Torino Council, Piemonte, Italy, population 4,843

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica).
Minutes are here.

22 October 2019, Pisa Council, Tuscany, Italy, population 91,104

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica).
Minutes are here.

29 October 2019, Cesano Maderno Council, Lombardy, Italy, population 38,771


Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

4 November 2019, Giaveno Municipal Council, Piedmont, Italy, population 16,419

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale).
Minutes are here.

5 November 2019, Puglia Region, Italy, population 4,063,888

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambientale). Declaration text is here.

12 November 2019, Friuli-Venezia Giulia Autonomous Region, Italy, population 1,216,524

Declared a Climate, Environment, and Biodiversity Emergency (Emergenza Climatica, Ambientale e Biodiversità).
motion text


Declaration text is here.
Excerpt:

DICHIARA che:
1. l’emergenza climatica, ambientale, ecologica e di biodiversità deve essere affrontata con il
massimo impegno politico e civile;
2. la politica locale deve mettere al centro della sua agenda i temi ambientali e il cambiamento
climatico;
3. il superamento dell’obiettivo di zero emissione nel 2050, è da ritenersi insufficiente e
incoerente con lo stato di emergenza climatica, ambientale, ecologica e delle biodiversità,
facendo ogni sforzo per contenere l’aumento della temperatura globale entro 1,5 °C e
fissando un obiettivo di azzeramento delle emissioni nette di gas climalteranti entro il 2030;
4. la massima priorità al contrasto al cambiamento climatico debba garantire le necessità di
base per la sopravvivenza e la rigenerazione degli ecosistemi in Friuli Venezia Giulia;
5. si prosegua l’elaborazione del “Piano Regionale di Adattamento e Mitigazione dei
Cambiamenti Climatici”, valutando l’inserimento nel piano di almeno il 25% delle richieste da
noi presentate in data 25 settembre 2019;
6. la Regione Friuli Venezia Giulia si attivi affinché anche il Governo italiano dichiari che
l’emergenza climatica, ambientale, ecologica e di biodiversità debba essere affrontata con il
massimo impegno politico e civile;
7. ci si adoperi nel contrasto all’emergenza climatica ed ecologica secondo i seguenti principi:
a) giustizia climatica: i costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della
popolazione. Il costo della transizione deve gravare soprattutto su chi ha causato
maggiormente i danni ambientali; la Regione si impegna a promuove azioni per la
riqualificazione dei lavoratori attualmente impegnati in settori incompatibili con la
transizione;
b) democrazia partecipativa: la Regione riconosce l’importanza del coinvolgimento di tutta
la comunità regionale, a partire da tutte le associazioni ambientaliste e dal movimento
Fridays For Future attraverso un tavolo di confronto a cadenza periodica, specialmente
per discutere i punti del documento consegnato a tutti i rappresentanti di tutti i partiti in
data 25 settembre 2019;
c) trasparenza: la Regione si impegna a pubblicare rapporti periodici sui progressi fatti nella
riduzione delle emissioni e nella risoluzione delle criticità ambientali;
8. i cittadini del Friuli Venezia Giulia debbano essere informati attraverso i mezzi di
comunicazione regionali circa le tematiche presenti e future dovute ai cambiamenti climatici.

27 November 2019, Caprie Municipal Council, Piedmont, Italy, population 2,091

Declared a Climate Emergency (emergenza climatica). Minutes are here.

27 November 2019, Sarego Municipal Council, Veneto, Italy, population 6,794

Declared a Climate and Environment Emergency (Emergenza Climatica e Ambientale).
Minutes are here.

28 November 2019, Verbania City Council, Piedmont, Italy, population 30,827

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale)
Minutes are here.

9 December 2019, Viareggio Municipal Council, Tuscany, Italy, population 62,169

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza ambientale e climatica).
Minutes are here.

12 December 2019, Italy (national Parliament, Chamber of Deputies), population 60,317,116

Declared a Climate and Environmental Emergency (emergenza ambientale e climatica). Another article is here.
motion text


Declaration text is in the comments under the FB post here.

IMPEGNA IL GOVERNO
a) riconoscere lo stato di emergenza ambientale e climatica nel nostro Paese e ad operare, in raccordo con il Parlamento, per consentire in tempi rapidi e certi, nel rispetto delle indicazioni scientifiche e
degli accordi internazionali, la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera e la progressiva decarbonizzazione dell’economia;
b) assumere iniziative normative volte a promuovere l’inserimento del principio dello sviluppo sostenibile nella Costituzione.
c) a rafforzare le misure contenute nel Piano nazionale integrato per l’energia e il clima per dare piena attuazione agli impegni adottati nell’ambito dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici;
d) procedere alla ricognizione degli incentivi esistenti per l’efficientamento energetico e per il sostegno all’utilizzo di tecniche e materiali di edilizia ecocompatibile, adottando le iniziative necessarie per la loro razionalizzazione E stabilizzazione;
e) accompagnare la transizione verso un modello di economia circolare basato su un uso efficiente delle risorse naturali, su una corretta gestione dell’acqua e su un virtuoso ciclo dei rifiuti che punti,
nel rispetto della gerarchia europea, alla riduzione, al riuso e al recupero di materia ed energia, rispettando i tempi per il recepimento nell’ordinamento giuridico nazionale delle direttive europee
del «pacchetto economia circolare» in materia di rifiuti, imballaggi, discariche, rifiuti elettrici ed elettronici, veicoli fuori uso e pile
f) per la progressiva riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi (SAD) di cui alla legge 28 dicembre 2015, n. 221 con ipotesi alternative aventi impatto favorevole per l’ambiente, anche attraverso l’obbligo di valutazione ambientale preventiva dei sussidi;
g) elaborare politiche di trasporto, edilizia, modelli produttivi che rispondano in maniera coerente alla necessità di adattamento ai cambiamenti climatici e che coinvolgano regioni e comuni;
h) favorire la transizione verso un sistema di trasporto pubblico sostenibile e verso la mobilità elettrica, con l’obiettivo della completa decarbonizzazione – emissioni zero – del settore;
i) intervenire in materia di politica industriale e di riqualificazione del settore manifatturiero, sostenendo e favorendo la transizione verso un modello economico-produttivo ecologicamente
sostenibile;
l) realizzare un piano strutturale di messa in sicurezza del territorio, con politiche di prevenzione e mitigazione del rischio e di adattamento ai cambiamenti climatici;
m) realizzare un grande programma di investimenti pubblici orientati ai princìpi della sostenibilità
ambientale, con azioni di riqualificazione energetica e messa in sicurezza sismica degli edifici pubblici e privati, politiche di rigenerazione urbana delle città, di tutela dei beni culturali, paesaggistici e degli ecosistemi, di contrasto al nuovo consumo di suolo e all’abusivismo edilizio;
n) sostenere a livello europeo la proposta di arrivare alla «carbon neutrality» entro il 2050;
o) rendere possibili finanziamenti agevolati, da parte degli istituti bancari e creditizi, per sostenere l’economia circolare e quella eco-compatibile;
p) promuovere uno sviluppo della filiera agricola, biologica e delle buone pratiche agronomiche, in modo da tutelare le risorse sotto il profilo qualitativo e quantitativo, aumentare e mantenere la qualità del territorio, la fertilità organica del suolo ed il sequestro di carbonio
q) incentivare l’occupazione giovanile attraverso l’introduzione di incentivi e agevolazioni fiscali per le imprese che assumono a tempo indeterminato giovani per svolgere attività finalizzate alla
salvaguardia delle risorse naturali con particolare riferimento alla protezione del territorio e alla gestione delle emergenze, nonché all’implementazione delle fonti di energia rinnovabile
r} attuare la strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile, rendendo pienamente operativa la Cabina di regia “Benessere Italia”, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri con Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 giugno 2019, attraverso il potenziamento della struttura in termini di adeguate risorse umane e finanziarie necessarie al perseguimento delle finalità
e all’assolvimento dei compiti istitutivi

12 December 2019, Piedmont Region, Italy, population 4,377,941

Declared a Climate and Environment Emergency (emergenza climatica e ambientale)
motion text


Declaration text is here.
Excerpt:

DICHIARA
Lo stato di emergenza climatica e ambientale;
IMPEGNA
La Giunta a promuovere politiche concrete, di propria competenza, volte alla riduzione delle
emissioni nocive per l’ambiente, alla promozione della mobilità ecosostenibile, al contrasto del
surriscaldamento climatico, all’amministrazione pragmatica e rispettosa del territorio, quali:
– la realizzazione della linea ferroviaria ad Alta Velocità Torino-Lione, al fine di incentivare il
transito delle merci su rotaia rispetto al più inquinante trasporto su gomma;
– la promozione di progetti di ricerca propedeutici al rinnovamento industriale, nell’ambito dei
progetti di area di crisi complessa, ispirato a nuove tecnologie di riduzione dell’impatto
ambientale, quali ad esempio la mobilità elettrica, così da trasformare gradualmente la qualità dei
beni prodotti senza traumi occupazionali;
– la predisposizione di bandi di accesso ai fondi strutturali europei indiretti che premino forme di
economia circolare, l’ammodernamento edilizio ecosostenibile, il riciclo dei rifiuti, l’agricoltura
a km 0, il rifiuto delle colture OGM
– la promozione di una mobilità privata meno inquinante, da perseguire con politiche incentivanti e
non repressive, nel rispetto dell’agibilità imprenditoriale e lavorativa del territorio, con
limitazioni al traffico concordate a livello regionale e fondate sulla comprovata è
scientificamente rilevabile riduzione del livello di micropolveri nell’aria;
– Il sostegno a politiche attive di prevenzione e contrasto al dissesto idrogeologico e ad interventi
di edilizia scolastica di emergenza mirati a garantire la sicurezza degli istituti piemontesi rispetto
agli eventi climatici calamitosi;